A.Celli WeChat Channel

Logistica magazzino: sensori IoT e nuovi sistemi di movimentazione

AGV | Francesco Vergentini, 9 luglio 2019

La logistica del magazzino nell'era del “4.0” vanta di certo un buon corredo di effetti speciali capaci di stupire: rulli trasportatori, robot che maneggiano e spostano oggetti, sistemi a raggi laser, sensori, etichette che racchiudono chip, computer e software che controllano e muovono tutti gli attori in scena. Più che una scena in realtà è un dietro le quinte, ma sempre più strategico. 

Perché il magazzino automatico è popolato di oggetti che raccolgono, inviano, ricevono e analizzano dati, creando giorno dopo giorno una conoscenza utile per capire se il meccanismo sia perfetto o difettoso. In altre parole, strumenti che permettono di velocizzare le operazioni, abbattere il tasso di errore, ridurre i costi e fare Business Intelligence applicata alla logistica grazie alle analisi dei dati prodotti da macchine e sensori.

Di automazione della logistica magazzino si parla in realtà da molti anni (tutto è cominciato decenni fa con i primi sistemi di movimentazione automatica teleguidati), però solo recentemente le tecnologie robotiche si sono fuse con l'informatica, con sistemi di analisi e reti di trasporto dati. L'esempio da manuale è quello di Amazon: in alcuni dei suoi centri di distribuzione l'uso della robotica è spinto all'estremo e ciò che si vede assomiglia a una coreografia di macchine di vario tipo, perfettamente sincronizzate per trasportare e consegnare merce al personale o direttamente sui camion addetti alla spedizione.

Vediamo allora i principali strumenti e sistemi di movimentazione della logistica di magazzino “4.0”.

AGV: Automated Guided Vehicle

Gli AGV si presentano in molte forme, adatte a trasportare merce più o meno pesante, delicata, deperibile, dai pallet alle bobine di carta. Si differenziano non solo per dimensione e aspetto, ma anche in base al sistema che consente di teleguidarli.

Trasloelevatore

Il trasloelevatore percorre i magazzini verticali in tutta la loro altezza e profondità: è un robot costituito da un telaio mobile che si sposta lungo una colonna verticale per raggiungere anche le scaffalature poste più in alto.

Sensori IoT

I sensori contribuiscono alla sicurezza del magazzino e del personale. Quelli perimetrali e di movimento funzionano da antiurto, mentre i sensori wireless possono essere inseriti in piccoli dispositivi ricevitori, che si collegano a smartphone e bracciali smart (che sono a tutti gli effetti degli oggetti IoT, connessi tramite rete WiFi, rete mobile o Bluetooth). La logistica magazzino passa quindi anche dai sensori wireless, utili ad esempio per registrare le attività dei magazzinieri, assicurare la loro corretta distribuzione tra i reparti e controllare i loro livelli di stanchezza.

Wearable technology

Dispositivi indossabili come quelli da polso, che rilevano il battito cardiaco o i passi fatti, possono essere uno strumento di tutela della sicurezza del personale. Quelli da indossare come occhiali, cioè i visori di realtà aumentata, possono impartire istruzioni (tramite immagini sovraimpresse o video) e dare supporto in alcune procedure. Il tutto funziona in tempo reale e può essere associato a comunicazioni audio o video via VoIP.

RFID

Oggetto ormai comune nella logistica di molti magazzini, le etichette RFID (Radio Frequency Identification) stanno diventando sempre più sofisticate. Composti da un microchip, un'antenna e un oggetto fisico che li contiene (di plastica, carta o altro), i tag usano le onde radio per ricevere e inviare informazioni. I dati vengono poi acquisiti dal software di gestione del magazzino per finalità varie.

Droni

Ancora poco usati in ambito logistico, i droni hanno grandi potenzialità e non solo per le consegne (come nella sperimentazione di Amazon) ma anche per prelevare e spostare merce. A orientarli c'è il Gps o, per una maggiore precisione in ambienti indoor, sistemi Lidar che usano i raggi laser per determinare la distanza da un oggetto.

Software gestionali magazzino (WCS - WMS)

I software gestionali sono un ingrediente indispensabile nella logistica magazzino: ne esistono di molti tipi, più o meno dotati di funzioni e personalizzabili a seconda delle esigenze. Servono a tenere traccia delle operazioni e dei costi, a gestire l'incastro dei processi logistici, a fare inventario, a controllare ciò che entra ed esce dal magazzino e gli esiti delle spedizioni.

Big Data Tools

I software di analytics e Big Data si stanno facendo strada anche nella logistica, permettendo di affiancare alle attività di gestione contingente delle capacità di pianificazione e definizione di strategie. Gli analytics fatti sui dati “interni” del magazzino (come produzione, inventario, vendite, prezzi) possono integrarsi con fonti esterne (per esempio i dati non strutturati dei social network o quelli di andamento della domanda/offerta di una categoria di prodotto). Partendo da questa materia prima gli algoritmi di apprendimento automatico possono elaborare previsioni, per esempio sui livelli di domanda di uno specifico prodotto, e dunque dare indicazioni strategiche al reparto produzione o alla divisione vendite.

Cloud Computing

Gestire dati sempre più numerosi ed eterogenei non sarebbe altrettanto fattibile senza il cloud. Non solo un “magazzino” per i dati (e la metafora cadrebbe a fagiolo!), ma un ambiente che offre risorse di calcolo a prezzi inferiori a quelli di server o computer di proprietà, che vanno acquistati. Il cloud prevede costi proporzionali all'utilizzo, elimina le barriere all'ingresso e permette di aggiungere risorse all'occorrenza (cioè permette di “scalare”). Non ci si deve più preoccupare della manutenzione hardware e software (aggiornamenti, sostituzioni, patch), che è a carico del provider, e con un buon piano di disaster recovery non si rischiano interruzioni di servizio in caso di incidenti informatici.

Grazie a questi strumenti, o ad alcuni di questi strumenti, potrai rinnovare la componente “materiale” del tuo magazzino e soprattutto i processi che si svolgono al suo interno. Nell'abbondanza di tecnologie e soluzioni esistenti, tuttavia, può essere difficile orientarsi: per questo ti consigliamo la lettura del nostro eBook, scaricabile gratuitamente, che spiega "I 3 passi per trasformare il magazzino con l'automazione logistica".

 

Trasforma il magazzino con automazione logistica